Incontra la dieta cretese

La sinossi della dieta mediterranea

Negli ultimi anni la comunità scientifica internazionale ha intensificato i propri sforzi nella ricerca della dieta ideale in termini di salute. La dieta cretese è al centro dell’attenzione, poiché la maggior parte degli studi presenta la cucina cretese come l’esempio più tipico di cucina mediterranea di alta qualità. I cretesi, è vero, hanno il più alto tasso di longevità al mondo e il più basso tasso di mortalità per malattie come malattie cardiovascolari e cancro.

Ma qual è il segreto della dieta cretese? Creta ha una delle cucine più antiche e gustose del mondo. È la continuazione di sapori, aromi, ingredienti e stili tradizionali risalenti all’epoca minoica. I ritrovamenti archeologici mostrano che 4000 anni fa gli antichi cretesi consumavano più o meno gli stessi prodotti dei cretesi oggi. Nei palazzi minoici sono state trovate molte grandi urne usate per conservare olio, vino, cereali, legumi e miele.

La ricetta della longevità non ha mai avuto un sapore migliore

Nel corso della sua lunga storia, la gastronomia di Creta è stata fortemente influenzata dalle tante persone che prima o poi hanno tentato di conquistarla. Ma se esaminiamo più da vicino questa linea temporale, scopriremo che i cretesi avevano un modo per filtrare ogni abitudine alimentare e adattarla ai loro standard, aggiungendo così un carattere speciale ad essa. Secolo dopo secolo, l’anima, la lingua e la cucina dei Cretesi è rimasta immutata!

Questa continuità e la capacità dell’isola di preservare il proprio carattere personale, nonostante i cambiamenti e le avversità, hanno formato una tradizione che oggi si è rivelata particolarmente preziosa. Così, la comunità scientifica internazionale non parla solo di cucina cretese, ma anche del miracolo della dieta cretese!

La cucina cretese non è considerata ricca in termini di varietà di ingredienti. È una cucina basata su ciò che la terra cretese ha da offrire. L’accento è posto sull’arte della cucina e della lavorazione di ingredienti semplici, piuttosto che sull’utilizzo di combinazioni complesse e rare di materie prime costose.

La cucina cretese si differenzia dalle altre cucine perché non cerca di mescolare i sapori, indipendentemente dalla varietà degli ingredienti utilizzati per la tavola di tutti i giorni. Ogni ingrediente mantiene la sua autonomia, la sua identità e il suo sapore. Tutti convivono in armonia, evidenziando questo raffinato equilibrio che definisce la cucina cretese e l’isola in generale.

Ogni regione di Creta ha le sue specialità. I cretesi si nutrono dei prodotti della loro terra: molta frutta e verdura, verdure e legumi. L’uso della carne è relativamente limitato a Creta, mentre il formaggio occupa un posto speciale sulla tavola. Erbe e piante raccolte dalle montagne dell’isola aggiungono sapore al cibo di tutti i giorni. Di norma, il pranzo o la cena sono sempre accompagnati da vino locale e pane impastato a mano eccezionalmente gustoso. In generale, si potrebbe descrivere la cucina cretese come una proposta fantasiosa, creativa e particolarmente aromatica, basata su semplici ingredienti di stagione, e l’arte che nasce dall’amore per la terra e dall’attaccamento ai metodi di cottura tradizionali.

Olio e vino: una santa alleanza per la buona salute

Se fai un giro per i villaggi dell’entroterra cretese, ovunque giri la testa, vedrai la santa alleanza che sta al cuore della dieta mediterranea: ogni vigneto è sempre accanto a un uliveto. Non richiede molto sforzo per capire che l’olio d’oliva è un prodotto nutritivo speciale per i cretesi, che, come il resto dei popoli mediterranei, lo usano come principale fonte di grasso. L’olio d’oliva è stato utilizzato a Creta sin dall’epoca minoica, sostituendo il burro o altri tipi di olio utilizzati in altre regioni del mondo. Il suo valore è immenso, dato che è il più potente antiossidante che si trova in natura.

Gli ulivi sono coltivati a Creta dal 3000 aC. Il clima mediterraneo dell’isola e la favorevole composizione del suolo consentono agli ulivi non solo di crescere ovunque, ma anche di fornire la massima qualità di olio possibile, con bassa acidità e un sapore meraviglioso. Il fatto che i cretesi vivano più a lungo e abbiano i tassi di malattia più bassi sembra essere direttamente collegato al loro essere tra i maggiori consumatori di olio d’oliva al mondo.

Il secondo, ma altrettanto importante, capitolo della dieta cretese è il vino. Negli ultimi anni è stato dimostrato che due o tre bicchieri di vino al giorno offrono protezione dalle malattie cardiovascolari. Inoltre, le sostanze contenute nella buccia dell’uva interagiscono con la botte dove viene immagazzinato il prodotto per creare i polifenoli, potentissimi antiossidanti con notevoli proprietà antitumorali! I cretesi, invece, non hanno bisogno di studi medici che dimostrino che il vino, se consumato con moderazione, può avere un effetto benefico sulla salute. Per loro esiste solo lo stile di vita tradizionale, che prevede che il vino debba accompagnare la cena o il pranzo. Il vino fa parte della cultura cretese.

I cretesi non bevono mai da soli. Il vino è l’ingrediente base della compagnia e della socializzazione. Bevono insieme, ridono e parlano. Le moderne cantine di Creta hanno messo a frutto i vitigni tradizionali e l’esperienza accumulata nel corso dei secoli. La tradizione va di pari passo con la conoscenza e la tecnologia, per il massimo divertimento e buona salute.

Le caratteristiche principali della dieta cretese

La dieta cretese è uno stile di vita: semplice, semplice, senza spezie ridondanti o esaltatori di gusto. Ma, allo stesso tempo, è particolarmente delizioso in modo naturale, si potrebbe dire. La semplicità porta avanti l’ingegno della padrona di casa, che esercita la sua esperienza secolare senza attenersi rigorosamente alle dosi consigliate.

Ciò che conta di più nella cucina tradizionale cretese è l’immaginazione. I cretesi possono mangiare verdure o legumi ogni giorno, ma non mangiano quasi mai lo stesso cibo. Le hostess cretesi inventano continuamente nuovi modi per esaltare la qualità degli ingredienti attraverso vari abbinamenti semplici e ingegnosi.

Una caratteristica tipica della tavola cretese è la varietà dei piatti, che si combinano tra loro per formare un’entità di gusto. Inoltre, le caratteristiche principali della cucina cretese possono essere così riassunte: i prodotti utilizzati sono rigorosamente locali e stagionali. Le verdure selvatiche si consumano crude o bollite, sia come ingrediente principale in cucina che come piatto di accompagnamento o insalata, a volte usate solo per insaporire. La carne proviene principalmente da capre (di solito ruspanti), pollame e maiale. Le spezie sono sempre presenti, ma in modo piuttosto discreto.

I latticini sono una parte importante della dieta cretese. Pesce e altri frutti di mare sono considerati piatti meravigliosi, mentre nessun’altra cucina al mondo mette le lumache in un posto così alto. I legumi vengono consumati in grandi quantità, solitamente durante i periodi di digiuno, mentre le erbe aromatiche vengono utilizzate principalmente per fare varie bevande. I principali dolcificanti a Creta sono sempre stati lo sciroppo d’uva e il miele di timo. Infine, quando si parla di Creta, non possiamo tralasciare quello che gli stessi cretesi considerano uno dei loro più grandi segreti per la longevità e la buona salute: il cretese tsikoudia , un forte spirito prodotto dal residuo d’uva lasciato dal processo di vinificazione. Tsikoudia , accompagnato da uno spuntino gustoso, oltre ai suoni della lira e del liuto, può calmare qualsiasi anima cretese selvaggia!

Prelibatezze locali

Un bicchiere di kotsifali insieme a del formaggio kefalograviera è il miglior preludio a un pasto cretese. Inoltre, a Creta, il formaggio viene sempre prima del piatto principale, in modo da schiarire la tavolozza del gusto e aguzzare l’appetito. Uno spuntino ideale per accompagnare vino o tsikoudia sono anche gli apaki cretesi, fette oblunghe di maiale affumicato. Molto apprezzate sono anche le salsicce cretesi, a base di carne macinata di maiale e molte spezie, in diverse varietà.

C’è un’abbondante selvaggina nelle regioni montuose, tra cui lepri e conigli, oltre a vari uccelli. Una specialità particolarmente gustosa è la lepre cotta nel vino. La lepre viene prima marinata e poi cotta in una pentola di coccio. Ci sono anche molte verdure di montagna aromatiche selvatiche usate per fare deliziose torte.

Chi di voi ama la fricassea di agnello deve provarla cucinata con l’askolymbros , una radice carnosa e saporita che cresce vicino al mare. Richiede esperienza per localizzare, ma anche abilità speciali per rimuovere le spine.

I geniali cretesi hanno addirittura inserito il vitigno stesso nell’elenco delle materie prime utilizzate nella cucina locale. In primavera, in alcune taverne ben nascoste di Creta, si può gustare una specialità rara: la capra cucinata con germogli di vite freschi.

I latticini dell’isola sono particolarmente apprezzati. Spiccano la groviera, il formaggio semiduro kefalotyri , il formaggio di capra, il siero di latte fresco e secco e sono considerati tra i migliori tipi di formaggio che la Grecia ha da offrire. Una delizia tipica è il dakos , che è una fetta di pane d’orzo cretese condita con pomodoro, olio d’oliva e formaggio fresco con siero di latte.

Le lumache dell’isola occupano un posto speciale nel menu dei cretesi. Dopo aver assaggiato la famosa ricetta locale, diventerai un fan per tutta la vita.

Passando al dessert, una scelta eccezionale è lo yogurt cretese servito con miele di timo aromatico, mentre una sorpresa particolarmente piacevole ti aspetta quando assaggi l’irresistibile combinazione di groviera locale e miele!

Il formaggio di siero di latte cretese, il miele e la cannella sono anche usati per preparare la famosa kaltsounia o lychnarakia cretese. In occasione di matrimoni e battesimi, i cretesi offrono la xerotigana , una specie di pasta sfoglia fritta cosparsa di miele aromatico locale.

Se stai cercando una dieta sana senza compromettere il tuo piacere per il cibo, hai appena scoperto il modo più gustoso per vivere una lunga vita senza problemi di salute. Inoltre, 4000 anni di tradizione non possono andare nella direzione sbagliata. La ricetta della longevità non è mai stata così gustosa.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Explore More...

Rent a car Agios Nikolaos

Agios Nikolaos

Agios Nikolaos si trova a 65 chilometri a est di Heraklion. Agios Nikolaos, o semplicemente Agios come lo chiamano i locali, domina la bellissima baia

Altopiano di Lassithi

L’altopiano di Lassithi è una delle poche aree del Mediterraneo con abitanti permanenti a un’altitudine superiore agli 800 metri. L’altopiano di Lassithi è di 11

Gramvousa

A nord-ovest di Kissamos si trova la splendida e selvaggia e remota Gramvousa , la cui principale attrazione è la splendida spiaggia sabbiosa di Balos,

Isola Spinalonga

L’isola di Spinalonga (nome ufficiale Kalidon) si trova nella parte orientale di Creta, vicino alla città di Elounda. Rifacendosi all’occupazione veneziana, il nome Spinalonga è

Palazzo Festo

Il sito minoico di Festo si trova a 63 chilometri a sud della città di Heraklion. Questa era la seconda città sontuosa più importante di

Città di Sizia

Sitia è una bella città ad anfiteatro con una popolazione di oltre 11.000 abitanti. Questa città è un rifugio per migliaia di visitatori greci e

Falsarna

Falasarna si trova a 16 chilometri a ovest di Kissamos. I visitatori preferiscono il lungo e ampio tratto di spiaggia sabbiosa, considerata una delle migliori

Episkopi – Argiroupoli

Episkopi è un villaggio a 23 chilometri a ovest di Rethymno, è una graziosa cittadina tradizionale con vicoli tortuosi e piccole case che dominano la

Moni Preveli

Moni Preveli è uno dei monasteri più importanti di Creta per il suo significato storico e per le reliquie storiche che sono conservate nel suo

Palazzo di Cnosso

Il centro della civiltà minoica e capitale della Creta minoica si trova a 5 km a sud di Heraklion. Cnosso fiorì per circa duemila anni.